Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Rinasce il sito ex Gambro, riconversione grazie a Consorzio Asi e Regione Lazio
0

Rinasce il sito ex Gambro, riconversione grazie a Consorzio Asi e Regione Lazio

Latina

Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina, in stretta ed operativa sinergia con la Regione Lazio, ha formalmente avviato le procedure previste dalla legge 488 finalizzate alla riconversione del sito industriale dismesso denominato Ex Gambro. Si tratta della più importante operazione di riconversione industriale della città e della provincia di Latina degli ultimi 25 anni, da quando in pratica è stata soppressa la Cassa del Mezzogiorno.

Dopo anni di promesse, in virtù di una reale sinergia tra il Consorzio ASI e la Regione Lazio, un pezzo dell’apparato produttivo reale di Latina torna ad essere competitivo ed attrattivo di investimenti e  di futura e stabile occupazione.

“La forza di questo risultato - afferma il Presidente Scarchilli - è stata ed è quella di avere fatto congiuntamente con la Regione Lazio e Lazio Innova un eccellente lavoro di squadra, posto che proprio su questo sito, un’importantissima azienda di Latina si accinge a presentare con il Cluster della Salute, una CALL a valere sulla imminente scadenza del bando dei fondi POR”.

Semplificazione amministrativa, contributi europei, investitori seri e credibili sui mercati internazionali e finalmente la concreta possibilità di rimettere in moto occupazione e posti di lavoro.

D’altronde è esattamente questa la mission che il Cda del Consorzio si è data e dobbiamo dire con una favorevole impressione di lealtà e collaborazione con la Regione Lazio, il suo Presidente Zingaretti e soprattutto il consigliere regionale del Pd Enrico Forte.

“Abbiamo già avviato con il Tribunale di Latina la richiesta per la nomina di un tecnico con l’incarico di redigere la nuova stima del sito dismesso e, non appena riceveremo dal MISE i conteggi sui contributi ricevuti sul sito Ex Gambro a valere sull’insieme delle norme vigenti, - conclude il Presidente - potremmo acquisire l’area e destinarla ai soggetti interessati che avranno in questo modo servizi a valore aggiunto, semplificazione procedurale e tecnica, oltre che l’opportunità di utilizzare al meglio per lo sviluppo della città di Latina un pezzo delle risorse della nuova programmazione comunitaria”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400