Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Il Kius extra brut rosato di Carpineti al salone mondiale
0

Il Kius extra brut rosato di Carpineti al salone mondiale

Cori

L’Azienda Agricola Biologica Marco Carpineti di Cori ha presentato in Francia la sua ultima novità, il progetto KIUS, al XXIII Millésime Bio di Montpellier, il salone mondiale e professionale del vino da agricoltura biologica allestito dal 1993 al Parco delle Esposizioni della capitale della regione di Languedoc-Roussillon, nel sud transalpino. Una fiera internazionale prestigiosa, dedicata esclusivamente ai professionisti del vino biologico, che ha saputo conservare nel tempo l’originario spirito conviviale. Gli espositori sono rigorosamente scelti dagli organizzatori tra quelli che producono vini di origine biologica certificata e col miglior rapporto qualità/prezzo. Nel 1986 Marco Carpineti, spinto dal desiderio di vivere a contatto con la natura, decise di dedicarsi unicamente e in prima persona all’azienda di famiglia con l’obiettivo di cambiarne la filosofia produttiva. Scelse il biologico come stile di vita e di produzione, per rispettare l’ambiente e la salute dei wine lovers, ottenendo la certificazione dell’organo di controllo ‘Suolo e Salute’. Carpineti è da sempre impegnato nel recupero e nella valorizzazione di antichi vitigni autoctoni, come il Bellone e il Nero Buono di Cori. Proprio da queste ultime due uve, bianca e rossa, nascono il KIUS Brut e il KIUS Extra Brut Rosato, spumanti metodo classico unici al mondo, perché ottenuti, non da uve Chardonnay, bensì da uve Bellone e Nero Buono di Cori. Due concentrati di bollicine rivisti anche nel packaging dal designer Andrea Pistilli (KrainoDesign) per migliorarne la capacità di raccontare il territorio con tutti i sensi e sensibilizzare i consumatori ad avvicinarsi ai prodotti locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400