Accusati di aver eseguito lavori edili senza alcun permesso, tre coresi sono stati denunciati dai carabinieri della locale stazione. I militari hanno contestato loro di aver realizzato abusivamente un muro perimetrale in cemento armato di circa 50 metri, all’interno del quale è stato costruito un manufatto in muratura con tetto in legno delle dimensioni di 4,40 metri x 4,20 metri. I manufattti, del valore stimato di 50mila euro, sono stati sequestrati.