La vicenda risale a circa tre anni fa, quando si era insediata da poco la nuova amministrazione comunale di Sonnino.

Protagonisti di una storia che, all’epoca, oltre che insolita, sembrò anche strana, furono il sindaco del centro collinare, Luciano De Angelis, e un dipendente della polizia municipale.

La storia ha avuto il suo epilogo nei giorni scorsi con l’udienza tenutasi davanti al Giudice di Pace di Latina, Nadia Scugugia.

Il sindaco De Angelis, visto che della cosa a Sonnino si era molto parlato, ha reso pubblica quella sentenza, in quanto è stato prosciolto dall’accusa, dichiarando il giudice “il non doversi procedere” nei suoi confronti per i fatti di cui al capo di imputazione previsto dall’articolo...

Leggi l'articolo integrale nell'edizione del 26 maggio 2016 di Latina Oggi, in edicola o in versione digitale