Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Condotte idriche troppo vecchieIl guasto non si trova: famiglie a secco

Operai al lavoro sulle condotte idriche

0

Interruzioni del flusso idrico, il tavolo tecnico per trovare soluzioni

Cori

Ridurre i disservizi soprattutto quando si tratta di interruzione del flusso idrico. Di questo e non solo si è parlato oggi presso il Comune di Cori nel corso di un tavolo tecnico tra la Direzione Tecnica di Acqualatina e l’Amministrazione Comunale per fare un punto della situazione sul servizio idrico nel territorio corese e sugli interventi futuri programmati dal Gestore.

L’incontro è stato richiesto dal Comune a seguito delle interruzioni idriche che hanno avuto luogo a Cori, l’ultima settimana di maggio, ed è stato condotto dall’Amministrazione Comunale attraverso una serie di domande puntuali alle quali il Gestore ha fornito risposte, anche attraverso la consegna di documenti tecnici.

I rappresentanti del Gestore hanno subito chiarito che le temporanee interruzioni sono state causate da problemi presso l’impianto di dearsenizzazione, già risolti, e problemi presso il sistema di pompaggio dell’impianto di “Cori ex Stazione”, che verranno risolti la prossima settimana, non appena verranno riconsegnate le pompe attualmente in manutenzione. L’impianto di dearsenizzazione, peraltro, è stato anche dotato di un servizio di telecontrollo che garantirà un monitoraggio continuo delle prestazione e interventi tempestivi in caso di malfunzionamenti.

Acqualatina ha poi assicurato e ribadito il costante impegno sul territorio comunale di Cori, così come nel resto dell’Ato4, attraverso i costanti controlli presso impianti di produzione, dearsenizzazione e depurazione, nonché attraverso interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su reti e impianti.

Il Gestore, su Cori, ha sinora investito 3,3 milioni di euro, di cui 550 mila per manutenzioni straordinarie, e ulteriori investimenti sono in atto. Gli interventi attuati sinora, tra l’altro, hanno permesso di rifornire sia Giulianello che Cori centro con acqua proveniente da Acea Ato2, priva di arsenico.

Presso il depuratore di Cori Centro, attualmente, sono in fase di ultimazione lavori di potenziamento, che permetteranno, tra l’altro, di adeguare l’impianto alla ricezione di fanghi dalle fosse settiche. Un intervento che ha richiesto un investimento di circa 2,5 milioni di euro.

Altri interventi sono previsti, poi, presso l’impianto di depurazione della frazione di Giulianello: entro il 2016 verranno completati i lavori di progettazione e, nel 2017, verranno avviati i lavori di ampliamento dell’impianto con circa 500 mila  euro di investimento.

Al fine di ridurre le perdite di rete e gli abbassamenti di pressione in rete, inoltre, Acqualatina sta studiando un piano di disrettualizzazione della rete comunale di Cori, così da garantire monitoraggi e interventi più tempestivi e puntuali. I lavori si inseriscono nel più ampio progetto di Recupero Dispersioni Fisiche che il Gestore sta portando avanti su tutto l’Ato4, con un investimento totale di circa 31 milioni di euro di cui circa 600 mila euro per il Comune di Cori dove sono in corso lo studio idraulico e la progettazione degli interventi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400