Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Non riesci a pagare le tasse? Niente paura, c'è il baratto amministrativo
0

Rimane senza casa con una figlia a carico e si ritrova anche una denuncia

Cori

La fine del tunnel sembrava vicina per la 41enne di Cori che dal 14 giugno è costretta a dormire dove capita insieme alla figlia di 4 anni e mezzo. Lo spiraglio di avere finalmente un tetto sulla testa - grazie al direttore della casa famiglia corese San Francesco che l’avrebbe presto “dirottata” presso la casa famiglia di Gavignano - è tornato ad essere un miraggio a causa dell’ostruzionismo dell’ex compagno della donna che non vuole che vada a stare in una casa famiglia. L’uomo, un commerciante di Artena ha interrotto dopo dieci anni la convivenza con la 41enne per una nuova relazione, l’ha di fatto “sfrattata” dal rustico di Cori, dove al piano superiore vive anche la mamma dell’uomo, cambiando la serratura ma imponendole comunque di fargli vedere la bambina. «Alla quale, però, continua a non pensare - ha spiegato anche ieri la 41enne -. Io, invece, resto con mia figlia in mezzo a una strada e devo solo ringraziare qualche amico, o qualche famiglia di buon cuore, se ancora riesco a trovare un letto per dormire. Ma non posso più andare avanti così, perché senza un lavoro non mi è possibile trovare un alloggio. Da settembre dovrei andare a lavorare nei campi ma nel frattempo come faccio a trovare una casa? Senza contare che la madre del mio ex, nonostante non abbia mai fatto i nomi, mi ha pure denunciata ai carabinieri per aver raccontato la mia storia al vostro giornale».
La donna torna così ad appellarsi nuovamente al sindaco Conti e ai servizi sociali. «Sì, perché mi aiutino realmente ad uscire da questo incubo. I servizi sociali mi hanno parlato di un possibile progetto di sussidio, ma io ho bisogno ora di un alloggio e non chissà quando».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400