Nel corso dell’ultima seduta di Giunta pre-ferragostana, il sindaco Claudio Damiano e gli assessori presenti (Giovannoli e Centra), hanno approvato un progetto di fattibilità tecnica ed economica inerente il completamento e la messa in sicurezza del campo sportivo “Le Prate”, sito nell’omonima via della periferia del centro lepino.

Nello specifico è stato dato il via libera a un iter che dovrà portare al concretizzarsi della progettazione definitiva ed esecutiva, con l’inserimento dell’intervento nel piano triennale delle opere pubbliche e l’avvio dei lavori - nelle intenzioni dell’esecutivo - nel 2017.
Entrando nel dettaglio, vale la pena analizzare i lavori che il Comune vorrebbe effettuare, spendendo una somma pari a 300mila euro.

Innanzitutto, il progetto redatto dall’architetto Riccardo Ianiri prevede prima di tutto la messa in sicurezza di tutte le strutture e di ogni impianto esistente nel complesso sportivo, adeguando a livello normativo ognuno di essi. Dopodiché si passerà al potenziamento del centro sportivo e al completamento dello stesso.

In tal senso, saranno adeguati gli impianti elettrici e i quadri di riferimento degli spogliatoi esistenti, dei campi da gioco, delle torri faro e loro pertinenze, dell’illuminazione pubblica perimetrale. A essere potenziato sarà anche l’impianto di depurazione e smaltimento delle acque reflue, mentre per completare l’impianto sportivo sarà costruito un nuovo blocco spogliatoi.

I lavori, ovviamente, non finiscono qui: saranno infatti abbattute le barriere architettoniche degli spogliatoi, saranno installati dei bagni per il pubblico - prefabbricati e modulari - anche per diversamente abili, verranno sistemati i percorsi e le recinzioni esterne per la distinzione delle aree ospiti e locali.

Gli intervento di maggior rilievo “visivo” saranno la realizzazione di una tribuna ospiti da quaranta posti (grazie all’acquisto e all’installazione di un sistema modulare), la formazione dell’anello esterno di raccordo e recinzione della pista d’atletica con il risanamento del manto d’asfalto della stesso, la stesura di un nuovo tappeto per il campo da tennis e da volley esterno (con resine certificate Fit) e la messa in opera di un nuovo tappetino d’usura per il campo da basket che si trova all’interno della tensostruttura (che sarà certificato dal Coni).