Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Al lavoro in t-shirt e bermuda  Licenziato e reintegrato
0

Ex sindaco accusato di aver chiesto una mazzetta: a giudizio

Sonnino

Accusato di concussione, l’ex sindaco di Sonnino, Roberto Migliori, è stato rinviato a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare Laura Matilde Campoli. Secondo gli inquirenti, l’esponente del centrodestra avrebbe chiesto denaro per un cambio di destinazione urbanistica.
Un processo che scaturisce dalle indagini condotte dal sostituto procuratore inquirente Giuseppe Bontempo. I fatti contestati risalgono agli anni precedenti il 2014.
Nello specifico, secondo gli inquirenti, Migliori, abusando della qualità di pubblico ufficiale, seppure cessato dalla carica, avrebbe rappresentato a C.T. che se avesse voluto chiudere in modo favorevole a lui e ai suoi figli delle pratiche edilizie ed evitare un’ordinanza di demolizione di un manufatto in località Frasso, ottenendo anche il rilascio del permesso per il cambio di destinazione, avrebbe dovuto pagargli una somma di denaro. Nella denuncia della parte lesa viene riportata anche una frase attribuita all’ex sindaco: «...quaranta-cinquantamila euro e ti sistemo la faccenda, altrimenti ti mando un’ordinanza di abbattimento della casa». L’autore della domanda di cambio di destinazione d’uso non avrebbe comunque accettato di versare il denaro, in quanto non dovuto, e subito dopo ha presentato la querela nei confronti dell’ex sindaco. Migliori, sindaco di Sonnino dal 1993 al 2002, vicesindaco sempre a Sonnino dal 2002 al 2010 nonché consigliere provinciale, nel periodo oggetto delle indagini sulle presunte richieste illecite di denaro non rivestiva tale carica, ma per gli inquirenti era comunque in grado di incidere sulle sorti di quella pratica edilizia.
Una ricostruzione dei fatti sostenuta ieri in aula dal pubblico ministero Simona Gentile, in sede di udienza preliminare, a cui ha preso parte lo stesso migliori. E, ritenendo opportuno un approfondimento dibattimentale dell’intera vicenda, accolta la richiesta della pubblica accusa, il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli, ha rinviato l’ex sindaco a giudizio. Il processo per Migliori avrà inizio il prossimo 27 settembre, dunque tra quasi un anno, davanti al I collegio penale del Tribunale di Latina, quello presieduto dal giudice Pierfrancesco De Angelis.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400