Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Niente luce in stazione  Dubbi sul responsabile
0

Tre sindaci difendono i pendolari

Priverno - Sonnino - Roccasecca dei Volsci

Bilancia, De Angelis e Petroni pronti a muoversi con la Regione per i disagi che potrebbe causare l'orario invernale dei treni

La preoccupazione dei pendolari è grande, così come lo sono le lamentele. Il nuovo orario dei treni sulla tratta Roma-Napoli e viceversa, in vigore dall’11 dicembre, continua a subire contestazioni, tali che non solo si è costituito un Comitato specifico, ma sono intervenuti anche i sindaci, in particolare di Sezze e Priverno, sedi di stazioni ferroviarie. Il primo cittadino di Priverno, Anna Maria Bilancia, si è attivata con la Regione e ha comunicato che l’assessore alla Mobilità, Michele Civita, a partire da lunedì prossimo, attiverà un tavolo con i dirigenti di Trenitalia, con la volontà di non chiuderlo fino a quando il problema non avrà trovato soluzioni a favore dei pendolari. Anche perché della stazione di Fossanova si servono non solo i cittadini di Priverno, ma anche di Maenza, Prossedi, Roccasecca dei Volsci, Pontinia e Sabaudia.

Sulla vicenda si è espresso anche il sindaco di Roccasecca dei Volsci, Barbara Petroni: «Condivido pienamente la posizione espressa dal sindaco di Priverno e lunedì mattina sentirò la Regione per sollecitare un’immediata soluzione positiva al problema. Conosco perfettamente le condizioni in cui si viaggia, per averlo fatto per anni, e ritengo che le corse andrebbero potenziate o almeno mantenute».

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Sonnino, Luciano de Angelis, che ha parlato di una rete tra sindaci per operare congiuntamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400