Tutto è cominciato dalle frequenti segnalazioni in Comune da parte di cittadini che lamentavano disagi e inconvenienti, dovuti alla presenza di bovini probabilmente riconducibili a un’azienda privata, operante nel territorio di Prossedi. Gli animali sarebbero stati visti e incrociati anche nelle vicinanze di strade, con conseguenti rischi sia per l’incolumità che per la salute e per l’igiene pubblica.

Di qui, la decisione del sindaco del piccolo centro collinare, Angelo Pincivero, di provvedere con urgenza a eliminare gli inconvenienti e adottare misure al fine di salvaguardare la salute e l’incolumità pubblica. Individuato il proprietario dell’azienda, da cui gli animali si allontanerebbero, soprattutto di notte, Angelo Pincivero, ha emesso specifica ordinanza nei confronti del titolare dell’azienda affinché adotti idonee misure di contenimento e custodia degli animali della specie bovina, ovina e caprina, al fine di non permettere agli stessi di fuoriuscire dall’azienda dove vengono allevati e detenuti e di controllare e verificare, almeno una volta al giorno, che gli animali siano presenti all’interno dell’azienda, al fine di evitare la fuga e prevenire situazioni di pericolo in danno ad altri animali, cose o persone.