Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Ricordo dello Sbarco, le iniziative della Pro Loco "Forte Sangallo"
0

Ricordo dello Sbarco, le iniziative della Pro Loco "Forte Sangallo"

Nettuno

"Chi diede la vita nel nome di un ideale e ci tramandò la libertà non può essere dimenticato".

È con questa frase davvero toccante che la Pro Loco Forte Sangallo, con l'Ufficio cultura del Comune di Nettuno e in collaborazione con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 e l’Associazione Highway Six, ha voluto lanciare il programma di iniziative di informazione e approfondimento legate alla celebrazione del 72esimo anniversario dello Sbarco degli Alleati sul territorio del litorale laziale di Anzio, Nettuno e Lavinio, rievocando il profondo significato storico e simbolico degli avvenimenti drammatici che si compirono nei giorni attorno al 24 gennaio 1944.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno tra domani e il 31 gennaio.

“Le nostre attività saranno celebrative e informative - ha spiegato Alessandro Lama, portavoce della Federazione Italiana Rievocatori WW2 - nel rispetto delle limitazioni derivate dalla revoca da parte del Prefetto e dei sindaci di qualsiasi manifestazione con divise e mezzi storici. Il nostro programma ha preso forma proprio in virtù di quelle limitazioni e della necessità di rispondere a un clima di violenza e di attacco alla democrazia con la luce di esempi eroici della nostra storia, preservando la memoria di coloro che ci regalarono la libertà, anche a costo del sacrificio supremo della vita”.

“Con queste celebrazioni e con i progetti correlati - ha aggiunto Mario Lomartire, presidente della Pro Loco Forte Sangallo - vogliamo coinvolgere soprattutto i ragazzi del nostro territorio. Niente di meglio che scegliere loro per fare in modo che il testimone della storia non venga irrimediabilmente arrestato, ma perpetui il suo passaggio di generazione in generazione”.

"Il sacrificio ieri di uomini donne e bambini, senza distinzione tra regolari combattenti inquadrati e popolazione civile, sicuramente quella che ha versato il tributo maggiore - ha infine dichiarato Paolo Damiani di Highway Six -, ha reso possibile oggi vivere in un mondo libero. Per far sì che questo non accada mai più, il nostro dovere è quello di rispettare e mantenere vivo il loro ricordo. Questo è lo spirito che ha sempre contraddistinto HW6 e anche quest'anno la nostra partecipazione sarà rivolta al mantenimento della memoria storica, senza la quale una comunità rischia di perdere il senso profondo della propria identità civile e culturale".

Ma quali sono le celebrazioni in programma? E' presto detto.

Innanzitutto domani aprirà al pubblico la mostra "Dalla Spiaggia alla Libertà": si tratta di una raccolta di emozioni, storie, ricordi, cimeli, fotografie di un periodo tristemente indimenticabile ma spesso dimenticato. E' promossa dalla Pro Loco Forte Sangallo e curata dalla Federazione Italiana dei Rievocatori WW2.

La sala Giulio III, invece, a cura di The Factory, è interamente dedicata a una mostra fotografica sulle battaglie di Aprilia, Campoverde, Cisterna, Castelli Romani e dell'’ingresso a Roma, con tutte immagini del territorio frutto di un percorso di valorizzazione continuo da parte di veri appassionati. Vi è poi la ricostruzione di una postazione di comando USA, con alcuni cimeli e uniformi dell'epoca.

L'Associazione "First Armored Division-Old Ironsides", membro della Federazione Italiana Rievocatori WW2, presenta, oltre ai pannelli riepilogativi della campagna che ha visto Roma come obiettivo degli Alleati dopo lo sbarco, anche la ricostruzione fedele di una postazione radio USA dell'epoca. Una "scatola del tempo" che, attraverso un allestimento quasi teatrale e con l'aiuto di un sonoro sapientemente mixato, fa viaggiare i visitatori in un mondo che rievoca atmosfere dimenticate.

Due presidi Istituzionali, uno del Commonwealth War Graves Commission - l'Organismo governativo inglese che gestisce i sacrari militari dell'intera area del Mediterraneo ove sono sepolti i caduti di tutto il Commonwealth - e uno del corrispondente ufficio USA, sono allestiti nello spazio principale, la Sala delle Armi. Qui saranno a disposizione dei visitatori riproduzioni video in loop, desk espositivi, pannelli con la cronostoria della battaglia dal litorale Pontino a Roma.

Nel bastione San Pio V, due importanti esposizioni, provenienti dalla collezione privata del Professor Stefano Savino, unica nel suo genere: divise originali della X Flottiglia Mas e dei paracadutisti italiani combattenti sul fronte di Nettuno a fianco dei tedeschi e manifesti originali dell'epoca. Una raccolta straordinaria che ha visto poche volte la luce della ribalta pubblica perché gelosamente custodita dal suo proprietario. A seguire, l'Associazione "Anzio Warriors" espone la propria collezione privata di cimeli e uniformi complete dei documenti dei proprietari, assieme a interessanti fotografie dell'epoca, scattate nell'area dello sbarco.

Nel portico Marcantonio sono ospitate, con allestimento a cura dell’Associazione "Highway Six", le mostre fotografiche “..Road to Rome” e “JEEP, un'icona da 70 anni.

Per finire, nella CORTE D’ONORE, è esposta una tenda da campo di primo soccorso di origine italiana, utilizzata dagli Alleati come posto medicazione. L'allestimento è a cura delle Associazioni “THE BATTLE FOR ROME”e 36th Div. Texas Napoli.

Questi, invece, i convegni "Highway Six" di sabato 23 gennaio:

Ore 10.00 alle ore 18.00 proiezione di filmati e foto sullo Sbarco
Ore 10.00 – Convegno “ lo Sbarco e la via per Roma” a cura di Giovanni Cecini
Ore 11.00 – Convegno “Le Battaglie per la Liberazione” a cura di Paolo Carotenuto interverranno i seguent relatori: Sig. Massimo Castelli - Sig. Luciano Alberghini - Sig. Luciano Bucci
Ore 15.00 – Convegno “ la JEEP, un icona da 70 anni” a cura di HW6
Ore 16.00 – Presentazione dell'opera “ 100 anni dell'elmetto italiano 1915 – 2015 “ a cura di Giovanni Cecini

Questi, infine , i convegni "Federazione italiana dei rievocatori WW2" di domenica 24 gennaio:

Ore 9,00 introduzione alla giornata moderatore portavoce federazione Alessandro Lama
Ore 9,30 proiezione del filmato di NEIL HALLORAN tradotto è doppiato a cura di Oldironsides  La Grande PACE
Ore 10,00 Massimo Mortari "lo sbarco di Anzio Nettuno e Lavinio nel contesto generale della seconda guerra mondiale"
Ore 10.30 “I reparti Italiani sul fronte di Nettuno” prof. Stefano Savino
Ore 11,00 Antonio Tombesi REDUCE nonchè presidente dll,associazione combattenti allievo ufficiale Xa Flottiglia MAS battaglione LUPO racconta le gesta del BARBARIGO unità  della Xa operante nel settore di Nettuno
Ore 11,30 circa Prof Stefano Savino "i reparti italiani sul fronte di nettuno"
Ore 12,00 Dott.ssa Daniela Novelli "Leaflet Vs Flugblatter" il volantino come mezzo di propaganda nell'operazione Shingle
Ore 14,00 Marco Presti "libertà sublime traguardo di condizione di un popolo democratico"
Ore 15,00 Tenente Colonnello Claudio Morino "Sbarco di Anzio e Nettuno storie di guerra e di relitti"
Ore 16,00 Arch. Diego Cancelli "I testimoni raccontano la battaglia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400