Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




La corale ha cantato per Papa Francesco

La Corale Polifonica "Città di Anzio" nella Basilica di San Pietro in Vaticano

0

La corale ha cantato per Papa Francesco

Anzio

Grande soddisfazione, per la città di Anzio, quella arrivata nella giornata di ieri, Solennità cattolica della Presentazione di Gesù - meglio conosciuta come la Candelora.

La Corale Polifonica "Città di Anzio", infatti, si è recata in trasferta nel cuore cristiano della Capitale, nella Basilica di San Pietro, per solennizzare la festa della Presentazione del Signore nella Messa officiata da Papa Francesco. Grande fermento dentro e fuori la Basilica Vaticana, per l’arrivo di innumerevoli partecipanti invitati a questa solenne celebrazione nella XIX Giornata Mondiale della Vita Consacrata.

Questo il racconto reso proprio dalla corale.

"In un pomeriggio quasi primaverile, con alternanza di sole e di nuvole, con un accenno di pioggia che faceva brillare la piazza e le statue, un brulichio di tanti colori delle vesti variopinte di giovani sacerdoti e suore intervenuti per l’evento da tutte le parti del mondo. Un’occasione speciale, alla quale Papa Francesco ha voluto dare importanza e solennità, proprio nel giorno della Presentazione del Signore, con l’esempio del vecchio Simeone e della vedova Anna, che secondo il testo evangelico, avevano dedicato la loro vita all’attesa del Messia".

"Il Coro anziate, gratificato dalla presenza dell’assessore alla cultura del Comune di Anzio, Laura Nolfi, ha assistito e partecipato a tale evento in veste privilegiata, davanti all’Altare, al fianco della Schola Cantorum e del Coro della Cappella Sistina, unendo la sua voce a quella angelica dei cantori della Basilica, rispondendo ai canti in gregoriano: un coro solo, all’ascolto, introdotto da un incipit, con un effetto straordinario di intensa spiritualità. La Corale, diretta dal Maestro Michele Zanoni,  aveva dato inizio al rito, prima dell’accensione rituale delle candele, con due brani del suo repertorio: l’Ave Maria di Somma e l’Ave Verum di Mozart".

!La voce di Papa Francesco, intensa ed umana, riscaldava il cuore degli astanti; le Sue parole, come sempre alte e profonde, eppure così semplici e dirette, erano un invito costante a rendersi sempre testimoni del Cristo, ciascuno secondo la propria vocazione, senza mai perdere quella spinta iniziale e quella appassionata dedizione che ci impegna nella vita di tutti i giorni, a servizio degli altri. Una lezione di cristiana umanità, un’esperienza indimenticabile, dovuta allo straordinario impegno della presidente, Tina Bellobono, per la Corale di Anzio, che si è fatta ancora una volta portavoce della sua città, impegnandosi a diffondere, secondo l’insegnamento di Papa Francesco, i valori più veri ed importanti della nostra società, proprio secondo la sua vocazione, quella del canto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400