"I cittadini nettunesi, con decenni di sforzi economici, hanno costruito edifici pubblici dediti a diversi scopi, dall’abitativo, al sociale, al culturale. Non possiamo sperperare questa eredità".

Si apre così l'ultimo intervento - in ordine temporale - di Damiano Iacobelli, candidato alla carica di sindaco di Nettuno per due Civiche di Sinistra.

"Così come gli impianti sportivi comunali devono essere gestiti in modo da favorire la partecipazione di tutti, a prescindere dalla condizione economica, gli immobili di proprietà del Comune non vanno venduti ai privati ma utilizzati per attività sociali e culturali per tutti i cittadini e le cittadine. Come Sinistra da sempre ci battiamo e sempre ci batteremo per difendere ciò che è di tutti da chi ne vuole fare profitto, che sia l'acqua, che sia il patrimonio comunale, che sia la qualità dell'aria".

Di conseguenza, rispettando il programma, "Sinistra per Nettuno e il candidato sindaco Damiano Iacobelli - conclude una nota - si impegnano a contrastare con ogni mezzo la svendita del patrimonio comunale e propongono di avviare al più presto un piano d'azione sociale per rendere gli spazi comunali, come l’ex casa di riposo Tosi, luoghi vivi e usufruibili da tutti i cittadini".