Lo scorso 1 settembre, una pattuglia della Sezione di Polizia Stradale, unitamente a personale della Squadra Mobile della Questura di Rieti, nel corso dei servizi predisposti in seguito dell’evento sismico per la prevenzione e la repressione del reato di “sciacallaggio”, ha sottoposto a controllo tre persone a bordo di un veicolo che si aggiravano, vestiti con divise mimetiche, con fare sospetto nella zona di Amatrice.

L’atteggiamento tenuto dai tre ha indotto gli operatori di Polizia ad approfondire il controllo, sottoponendo i fermati ed il veicolo a perquisizione, a seguito della quale sono stati rinvenuti strumenti atti ad aprire e forzare serrature, strumenti atti ad offendere (pugnale, coltello a serramanico) e munizioni di comuni armi da sparo.

Pertanto un 36enne originario di Frosinone, un uomo di 32 anni residente a Roma e un 27enne, residente a Nettuno, sono stati deferiti all'autorità giudiziaria di Rieti. Sono in corso ulteriori accertamenti.