Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Sicurezza nelle scuole, l'appello di Verdolino

Fabrizio Santori e Giulio Verdolino

0

Sicurezza nelle scuole, l'appello di Verdolino

Nettuno

Coinvolto nel dibattito il consigliere regionale Fabrizio Santori, la palla passa al sindaco Casto

Monitorare gli edifici scolastici del territorio per accertare l’effettiva sussistenza della sicurezza strutturale degli stessi. è questa la richiesta che l’ex candidato sindaco e oggi membro del movimento civico “Città Futura”, Giulio Verdolino, ha inviato al Comune di Nettuno e, per conoscenza, anche al consigliere regionale Fabrizio Santori, suo riferimento alla Pisana.

«Da portavoce di cittadini apprensivi e genitori, spero fermamente che sia già stato deliberato l’atto di indirizzo al dirigente ai Lavori pubblici per porre in essere tutti i protocolli necessari ad assicurare il servizio di manutenzione ordinaria per gli edifici scolastici di Nettuno. È noto, infatti - scrive Verdolino - che dai plessi giungono telefonate, lettere, fax, e-mail con la richiesta di eseguire interventi di manutenzione ordinaria, non programmabile, come la sostituzione di rubinetteria, lampade, vetri, o effettuare ipermeabilizzazioni, interventi sulle tubazioni dei servizi igienici e tinteggiature, rifacimento di segnaletica orizzontale e verticale agli ingressi dei plessi».

Per questi motivi, l’idea di Verdolino riguarda la costituzione di un tavolo tecnico tra istituzioni e dirigenti scolastici « al fine di verificare e valutare ogni situazione dove è necessario intervenire, in un clima di confronto diretto, di dialogo e di collaborazione». L’idea è piaciuta al consigliere regionale Santori che, subito dopo aver ricevuto la comunicazione, ha risposto a Verdolino. «Ritengo fondamentale la convocazione di un tavolo tecnico di confronto tra istituzioni e dirigenti scolastici - ha affermato - Sono convinto che il sindaco Casto risponderà e darà le dovute garanzie anche al fine di conoscere se esista o meno un Piano di emergenza comunale in caso di rischio sismico e sia se già sono in previsione stanziamenti del bilancio comunale per intervenire su eventuali consolidamenti o ristrutturazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400