Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Detenevano droga e poi la consegnarono ai carabinieri, condanna definitiva
0

Detenevano droga prima di consegnarla ai carabinieri, condanna definitiva

Nettuno

La Cassazione ha respinto il ricorso di un uomo e una donna di 52 e 51 anni

Con una sentenza pubblicata nelle scorse ore, la Corte di Cassazione ha rigettato i ricorsi promossi da un uomo e una donna di Nettuno - rispettivamente di 52 e 51 anni - contro una condanna della Corte d’Appello di Roma arrivata nell’autunno dello scorso anno e che aveva parzialmente riformato quella del Tribunale di Velletri di 365 giorni prima.

Si tratta di una storia legata alla detenzione di droga con lo stupefacente che, all’epoca dei fatti, venne consegnato ai carabinieri dal 52enne che ha fatto ricorso in Cassazione.

I difensori dell’uomo e della donna, in particolare, hanno promosso diverse censure, tutte respinte dai Supremi Giudici di Roma: la Cassazione ha pertanto confermato le decisioni d’Appello inerenti il concorso nella detenzione dello stupefacente ma ha anche sottolineato come alcuni motivi del ricorso “manifestano - si legge in sentenza - anche il tentativo di richiedere a questa Corte una rivalutazione degli elementi di prova, ossia una sorta di terzo grado di merito, operazione, come è noto, inibita davanti a questa Corte di legittimità».

Sempre con la sentenza in questione, la Cassazione ha confermato la decisione d’Appello anche in merito alla sussistenza dell’aggravante dell’ingente quantità di cocaina detenuta all’epoca dei fatti e poi consegnata ai carabinieri: dalla droga posseduta, infatti, si potevano ricavare 12.000 dosi medie singole e questo - scrivono i giudici - “esclude all’evidenza qualsiasi differente valutazione”.

Comunque, nel rigettare anche gli altri motivi nel ricorso - sia proposti congiuntamente dai legali dell’uomo e della donna, sia singolarmente - la Corte ha di fatto confermato le condanne d’Appello: per la donna cinque anni e quattro mesi di reclusione, per l’uomo sei anni di reclusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400