Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Commissione Trasparenza, parla il sindaco: "I documenti saranno disponibili, Eufemi ripensi le dimissioni"

Il sindaco Angelo Casto

0

Commissione Trasparenza, parla il sindaco: "I documenti saranno disponibili, Eufemi ripensi le dimissioni"

Nettuno

Lunga nota di Casto che rimarca la correttezza dell'applicazione del regolamento e la posizione dei Cinque Stelle

A margine della giornata politica odierna, il sindaco di Nettuno - Angelo Casto - è intervenuto per dire la sua sulla riunione della commissione Trasparenza che doveva discutere sulla presunta incompatibilità dell'assessore Mancini.

"Alla luce di questo ordine del giorno, in cui era evidente il riferimento a situazioni personali relative al vice sindaco Daniele Mancini, di cui si era già dato ampiamente conto nell'ultimo Consiglio comunale - si legge nella nota diramata dal sindaco - i consiglieri del Movimento 5 Stelle presenti in seduta hanno chiesto al presidente l’applicazione dell’articolo 7, comma 2 'Pubblicità delle riunioni' del regolamento delle commissioni consiliari permanenti che così recita: 'La seduta non può mai essere pubblica quando si tratti di questioni comportanti apprezzamenti sulle qualità, sulle attribuzioni, sul merito o sul demerito delle persone'.

"Sono sorpreso e dispiaciuto della decisione del consigliere Carlo Eufemi di lasciare la commissione - ha poi aggiunto, nel suo virgolettato, Casto - poiché la richiesta di un confronto a porte chiuse, a termini di regolamento, ci è venuta in mente proprio grazie all’intervento di Eufemi durante l’ultimo Consiglio comunale, in cui aveva fatto notare al presidente del Consiglio Giuseppe Nigro che era necessario salvaguardare la sfera personale, arrivando a sostenere che la discussione nel merito 'non si può fare in seduta pubblica'".

Questo il passaggio di Eufemi che il sindaco ha estrapolato dal report del Consiglio: "E’ stato elegante l’assessore a rispondere, però poteva anche non farlo e chiedere che fosse una seduta riservata perché ritengo che questa sia una norma consolidata all’interno delle Pubbliche Amministrazioni che quando si affrontano fatti privati personali e soprattutto si debba rispondere di fatti privati e personali non possono essere fatti in seduta pubblica".

"Il regolamento delle commissioni - ha precisato ancora il sindaco - è un documento che il Movimento 5 Stelle ha trovato già pronto e a cui si è scrupolosamente attenuto dopo averlo studiato. Le regole, ci tengo a sottolinearlo, non sono a favore di questo o quello schieramento politico, né dei singoli esponenti di maggioranza e opposizione ma dei cittadini e rappresentanti politici tutti e delle Istituzioni stesse e in quanto tali vanno rispettate. Se sono regole che non piacciono, si può trovare insieme il modo di cambiarle portando avanti un rapporto di dialogo costruttivo anziché di sterile polemica e continua aggressione politica, al punto che sullo stesso argomento a distanza di qualche giorno si prende una posizione radicalmente opposta. La nostra amministrazione vuole essere improntata alla massima trasparenza e dialogo come è nei principi fondanti del nostro Movimento e come abbiamo sempre annunciato in campagna elettorale. I documenti richiesti e immediatamente disponibili sono stati forniti ai consiglieri che ne hanno fatto domanda e saranno messi a disposizione - nei limiti imposti dalla legge - per la consultazione anche dei cittadini. Sono personalmente dispiaciuto della notizia delle dimissioni del consigliere Carlo Eufemi, che invito a ritornare sui propri passi. La giunta a 5 Stelle e i consiglieri tutti, nonostante il difficoltoso approccio nella gestione di alcune situazioni nella Pubblica amministrazione si stanno impegnando al massimo per il bene della città. Abbiamo scoperto un documento falso che mette il Comune al riparo da una richiesta di risarcimento milionaria da parte della Parkroi e il prossimo lunedì, in una conferenza pubblica, illustreremo ai cittadini quello che abbiamo fatto e ciò che abbiamo scoperto dopo 100 giorni alla guida della città".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400