Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Evasione fiscale nella nautica da diporto, raffica di controlli
0

Evasione fiscale nella nautica da diporto, raffica di controlli

Anzio

Un bilancio delle operazioni del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza

Oltre 500.000 euro di elementi negativi di reddito non deducibili e un’indebita detrazione dell’Iva per oltre 143.000 euro: questo il risultato di cinque controlli conclusi nelle ultime settimane dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza nell’area di Anzio, nell’ambito della nautica da diporto.

Anche quest’anno, i militari della locale Sezione operativa navale hanno infatti constatato l’utilizzo improprio di imbarcazioni da diporto attraverso società di comodo. Queste società svolgono attività di noleggio senza autorizzazione o utilizzano le imbarcazioni a fini privati e non commerciali, contabilizzando tuttavia i costi connessi alla manutenzione e al canone leasing dell’imbarcazione, pur non avendone titolo.

Dall’approfondimento dei controlli svolti dai militari operanti, oltre le violazioni già enunciate, emergevano anche l’omesso pagamento del canone speciale Rai per importi evasi pari a oltre 11.000 euro, l’attività di noleggio abusivo, con l’applicazione nei confronti dei soggetti controllati di oltre 14.000 euro di sanzioni.

E' stata anche constatata la mancata dichiarazione di capitali all’estero per il possesso di una imbarcazione iscritta nei registri di altro Stato e, di fatto, nella disponibilità di cittadini italiani, per euro 110.000 circa.

Queste recenti attività ispettive derivano dai controlli in mare e nei porti svolti durante la stagione estiva dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400