Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, i carabinieri della stazione di Ariccia - afferenti alla compagnia di Velletri - hanno tratto in arresto tre persone, di cui 2 italiani residenti a Lavinio e Torvajanica e un macedone, tutti tra i 22 e 30 anni, ritenuti responsabili di furto aggravato di rame.

Gli stessi sono stati intercettati dai militari all’interno dei capannoni industriali della società Unicoop Tirreno sita in Ariccia, intenti a tranciare e sezionare un ingente quantitativo di cavi in rame, successivamente quantificati in 500 chili circa.

La refurtiva è stata recuperata e sottoposta a sequestro.

Gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità giudiziaria di Velletri; due dei protagonisti della vicenda sono stati tradotti in carcere mentre un terzo è stato posto agli arresti domiciliari.