Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Incidente mortale sulla Pontina
0

Pontina, l'interrogazione del ministro Delrio sulla sicurezza

Provincia

Capire se e quali strumenti siano stati scelti e adottati per abbassare significativamente la pericolosità di una strada come la Pontina. E’ questo il senso di una interrogazione al ministro per le infrastrutture e per i trasporti, Graziano Delrio a firma di quattro senatori tra cui i due pontini Ivana Simeoni e Giuseppe Vacciano. «La situazione della strada statale Pontina è davvero tragica: incidenti e morti sono all'ordine del giorno. Per questo motivo ho ritenuto necessario fare un'interrogazione parlamentare rivolta a Delrio. Interrogazione nella quale ho chiesto al ministro quali provvedimenti intende adottare al fine di abbassare la pericolosità della statale». E’ con queste parole che la senatrice spiega questa interrogazione.
Che la via Pontina sia una delle strade più pericolose d’Italia lo dimostrano le statische: nel 2014, ad esempio si verificarono 7,8 incidenti per chilometro. La media nazionale si ferma allo 0,68. Nel tratto tra Pomezia e Roma poi, c’è una concentrazione di sinistri all’anno che ha portato addirittura la Regione a decretare il divieto di sorpasso perenne ai mezzi pesanti. Comportamenti sbagliati, a volte anche criminali (sfrecciare a 160, 170 se non di più su una strada in cui limite è di 90 e spesso scende a 70, non può che essere definito criminale) a cui però si somma uno stato del manto stradale imbarazzante incapace di drenare e che spesso si trasforma in una vera e propria trappola alle prime piogge, una segnaletica inadeguata e una concentrazione di buche che si tarda spesso a rattoppare. Sarebbe interessante ora sapere cosa risponderà il ministro Delrio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400