Tre persone nei guai (deferite in stato di libertà) a diverso titolo per quanto riguarda un furto subito dal negozio "Sc Junior" di Cisterna. Un uomo di 45 anni di del luogo, nullafacente, censurato, è stato individuato attraverso le immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza, come lo stesso avesse asportato dal citato negozio un’aspirapolvere ed una bottiglia di vino. Ma non è finita qui. Gli agenti hanno notato come le immagini differivano dal racconto delle due proprietarie che hanno denunciato all'assicurazione anche il furto di altra merce per un valore totale di 6.000 euro. Le due donne, di anni 43 e 36, residenti a Latina, titolari del citato emporio, sono state deferite quindi per aver simulato il furto di abiti per bambini al fine di ottenere un risarcimento.