Ha dell'incredibile quanto accaduto questa mattina ad un pastore di Cisterna. Alle 10.30 giungeva infatti nella sala operativa del commissariato di polizia per un intervento in via Colle del Tufo all'altezza del ponte canale Mussolini. I poliziotti sopraggiunti sul posto trovavano infatti il pastore, M.M, cittadino italiano che era visibilmente impaurito e raccontava quanto accaduto. Mentre controllava il proprio gregge, infatti, vedeva avvicinarsi un uomo di corporatura robusta con un fucile. Lo stesso poco dopo esplodeva tre colpi in aria e gridava all'uomo che se non si fosse allontanato con le sue pecore gli avrebbe sparato addosso. Su indicazione dello sventurato gli operatori si recavano quindi verso una vicina abitazione e rintracciavano il responsabile dell'insano gesto. L'uomo ammettevo di aver compiuto con una sciocchezza, ma i poliziotti prelevavano i tre fucili che l'uomo deteneva in casa per poi condurlo al commissariato. R.B., questo il nome del cittadino italiano incensurato classe '55, è stato denunciato e le armi sequestrate. Si è provveduto inoltre al ritiro della licenza di detenzione di armi per uso sportivo.