Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Arbitro minacciato e poi scortato: gara sospesa
0

Arbitro minacciato e poi scortato: gara sospesa

Latina

La squadra si vede espellere due giocatori. Nasce una contestazione e l’arbitro chiama la polizia

Dura solamente un tempo il derby pontino tra Podgora e Cori. Il direttore di gara Emiliano Perini, della sezione di Roma1, durante l’intervallo ha chiamato a rapporto i due capitani comunicando la decisione di voler sospendere il match perché mancavano i requisiti minimi di sicurezza per garantire l’incolumità della terna. Per capire quanto successo nella sfida del Buongiorno bisogna andare al minuto 39 della prima frazione, quando il Cori è avanti 1-0 per effetto della rete al quarto d’ora di Tornesi e il Podgora tutto in avanti alla ricerca del pari. Tutto nasce da una mancata concessione di una calcio d’angolo all’attaccante dei borghigiani Danny Schiavon che contesta la decisione del primo assistente Pietro Cazzorla e durante le proteste tocca la bandiera dell’assistente rimediando un cartellino rosso che scatena la protesta. Si accende un capannello intorno alla terna durante il quale il Cori resta spettatore. Gli animi sembrano calmarsi poco dopo con il gioco che riprende ma non prima di un altro cartellino rosso sventolato al capitano dei borghigiani Porcelli, reo di aver protestato in modo troppo plateale.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (15 febbraio 2015)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400