Ha pagato a caro prezzo la sua passione per il gioco d'azzardo ed in particolare per il gioco alle slot machine. Un cittadino ucraino di 35 anni è stato fermato in una sala slot di Reggio Emilia e, risultato sprovvisto di documenti, è stato condotto dai carabinieri nel vicino comando. Lì, dopo essere stato identificato, l'uomo è risultato essere evaso dagli arresti domiciliari nel 2014 a Latina, dove sarebbe dovuto rimanere "confinato" fino alla termine della pena. Una scommessa di troppo gli è costata domenica sera la libertà.