Firme false per la presentazione della lista civica “Formia Unita” in appoggio all’attuale sindaco Sandro Bartolomeo. Per questo reato sono indagati Nicola Tavoletta, quale presentatore della lista, oggi vicepresidente delle ACLI del Lazio, e Luigi De Santis, ex consigliere comunale ora capo di gabinetto del primo cittadino, il quale autenticò le sottoscrizioni. Il sostituto procuratore della Repubblica di Cassino Francesco Cerullo ha dichiarato concluse le indagini a carico dei due. Un’inchiesta che rischia di mettere in discussione l’esito delle elezioni 2013 perché sarebbero state riscontrate 22 firme false che sottratte al totale delle firme presentate farebbero scendere il quorum al di sotto del numero necessario, pari a 175 nel caso specifico del Comune di Formia.