Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Schianto mortale, il conducente della C3 denunciato per omicidio colposo
0

Schianto mortale, il conducente della C3 denunciato per omicidio colposo

Latina

La polizia stradale di Aprilia, dopo i rilievi effettuati sul luogo dell'incidente e le successive indagini, ha presentato una informativa presso la Procura della Repubblica di Latina sull'incidente mortale avvenuto ieri mattina sulla Pontina, all'altezza di Borgo Piave, dove ha perso la vita il 58enne Rocco D'Antona.

La Polstrada ha denunciato Andrea I., il conducente della Citroen C3 che ha travolto la C4 con a bordo D'Antona, per omicidio colposo e per guida sotto l'effetto di stupefacenti. Per il 26enne è scattata anche la revoca della patente. Il figlio di 5 mesi che era in macchina con lui si trova ancora in prognosi riservata presso il policlinico Gemelli di Roma.

La Procura di Latina ha disposto l'esame autoptico sul corpo di Rocco D'Antona, domani mattina dovrebbe essere affidato l'incarico, poi la salma sarà consegnata alla famiglia.

La tragedia si è consumata ieri, lunedì 22 febbraio, intorno a mezzogiorno e venti nel tratto di rettilineo della strada regionale Pontina poco fuori Borgo Piave tra l’istituto agrario San Benedetto e il canale delle Acque Alte: Rocco D’Antona era diretto verso casa e quindi viaggiava sulla corsia nord quando il suo telefono ha iniziato a squillare. Era un automobilista attento e per questo ha preferito fermarsi alla prima piazzola che ha incontrato, uscendo dalla corsia di marcia. Non è chiaro se al momento dell’impatto stesse per ripartire, ma sta di fatto che la Citroen C3 guidata da Andrea I. ha sbandato verso destra finendo proprio nella piazzola dove stazionava la Citroen C4 del 58enne, colpita nella parte posteriore sinistra. Il 58enne è morto sul colpo. Mentre il piccolo a bordo della C3, che era assicurato al seggiolino, ha sbattuto la testa contro dei giocattoli di plastica appesi al sedile del passeggero. L'impatto ha causato un ematoma per il quale è stata necessaria una lunga operazione al Policlinico Gemelli di Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400