Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Criminalità, Moscardelli chiede un potenziamento delle forze dell'ordine
0

Criminalità, Moscardelli chiede un potenziamento delle forze dell'ordine

Latina

Mantenere alta l'attenzione e potenziare la presenza sul territorio delle forze dell'ordine. Il senatore del Partito democratico Claudio Moscardelli individua in questi due aspetti le priorità per intervenire.

"La situazione della criminalità a Latina e in provincia impone una risposta adeguata e a carattere non temporaneo - afferma Claudio Moscardelli - Aver puntato i riflettori su Latina attraverso la Commissione Antimafia ha favorito un'attenzione nuova dello Stato e una rinnovata capacità di contrasto che ha iniziato a dispiegare i suoi effetti. Siamo però solo all'inizio e occorre una consapevolezza diversa per garantire efficacia e costanza nel tempo nel demolire l'impianto e il radicamento della criminalità a Latina e in provincia. Non è possibile per esempio che la Squadra Mobile sia di fascia "C" ossia come se ci trovassimo in una piccola realtà a bassa intensità criminale. L'organico della nostra Questura è come quello di Rieti mentre il livello di reati e di arresti in provincia è paragonabile a Caserta che dispone del triplo delle forze. Se a questo aggiungiamo lo smembramento di 9 comuni del sud aggregati a Cassino ci possiamo rendere conto degli squilibri e dei danni che si sono prodotti e si producono. La situazione in provincia di Latina è sempre di grande preoccupazione e a Latina si è solo iniziato a squarciare il velo che copre una ramificazione e una capacità di condizionamento tipici della criminalità organizzata".

"Il prossimo futuro a Latina città è denso di segnali pericolosi - prosegue il senatore del Pd - Le notizie del vuoto di leadership che si sarebbe determinato tra famiglie Ciarelli e Di Silvio è alla valutazione delle forze dell'ordine per le implicazioni che ne deriverebbero. Sul territorio provinciale si pone l'esigenza di una riconfigurazione dei riferimenti delle forze dell'ordine. Il sud pontino presenta tutti i caratteri che conosciamo e non è scalfita la capacità delle organizzazioni che si sono insediate da tempo. Come pure al nord Aprilia risulta presidiata in modo non adeguato rispetto ad altre realtà. Una sezione distaccata della squadra mobile a Formia e un commissariato di polizia ad Aprilia sono indubbiamente decisioni da adottare e presto. Tuttavia, occorre porre al Governo la necessità di elevare la Squadra Mobile dalla fascia "C" alla fascia "B" che comporterebbe la guida ad un Primo Dirigente e l'organico che passerebbe da 35 a 60 unità. Non possiamo "sederci" a commentate positivamente l'azione delle Forze dell'Ordine. Invece dobbiamo rilanciare sino a smantellare e a sradicare le organizzazioni criminali che sono penetrate nel territorio, nell'economia, nelle professioni e nella politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400