Nelle scorse ore, grazie alla collaborazione dell'Interpol, i carabinieri della compagnia di Anzio hanno arrestato il cittadino moldavo T. M., ritenuto il principale indiziato del delitto di Victor Sirbu, il connazionale dell'arrestato che venne ritrovato senza vita nelle vicinanze della spiaggia di Lupetta nel febbraio del 2015. 

In particolare, dopo le immediate indagini dell'epoca, i carabinieri ritennero che a uccidere il Sirbu furono sei cittadini d'origine moldava, tutti colpiti da un'ordinanza di custodia cautelare per l'omicidio. Quattro di loro vennero subito arrestati mentre un altri due sono stati dichiarati latitanti, poiché fuggiti presumibilmente nel loro Paese d'origine.

E uno di loro - l'uomo arrestato all'estero, appunto - è stato bloccato lo scorso venerdì e assicurato alla giustizia: si trovava in Ucraina, Stato dove provava a nascondersi per evitare la cattura dopo il delitto di Lupetta, alla periferia di Ardea.

Maggiori dettagli nell'edizione del 5 marzo 2016 di Latina Oggi, in edicola o in versione digitale.