Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Nucleare, tre anni di silenzio sulle analisi
0

Nucleare, tre anni di silenzio sulle analisi

Latina

Nel caso dei pozzi inquinati nel raggio di un chilometro dalla centrale nucleare di Borgo Sabotino oltre ai dati sulla presenza di un tasso eccessivo di cloruro di vinile sussistono una serie di anomalie che riguardano soprattutto i tempi di verifica delle fonti inquinanti. Oltre alle lacune nella rete dei controlli. Il sito della ex centrale nucleare avrebbe dovuto ospitare da otto anni un laboratorio dedicato di Arpa Lazio per il quale era stato anche autorizzato il finanziamento. La stessa Arpa si è fatta «sorprendere» con dati non sempre precisi in un altro sito complicato, quello di Borgo Montello dove i veri problemi (assai gravi) sono emersi soltanto quando il gip del Tribunale di Latina ha nominato un consulente tecnico per l’analisi dello stato delle falde e per la verifica degli effetti della bonifica dei siti più vecchi. Questa consulenza ha fatto emergere che in realtà i lavori realizzati non sempre e non su tutta la discarica avevano raggiunto gli effetti annunciati, in pratica fu messa in dubbio la portata dell’intervento.

(Articolo completo su Latina Oggi dell'8 Marzo 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400