Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Calvi, Tiero e Calandrini: chiediamo scusa alla città, ora ripartiamo più forti di prima
0

Vigilia della grande sfida Calandrini-Tiero, ecco la situazione

Latina

Fuori i secondi. Domani si vota per le primarie che eleggeranno il candidato a sindaco per il centrodestra. Calandrini contro Tiero è una sfida che non accenna a scema di intensità nonostante si sia arrivati a poche ore dal voto.

QUI CALANDRINI - Si sente un po’ solo contro tutti Nicola Calandrini, dopo che Forza Italia gli ha dichiarato guerra facendo capire che sosterrà il suo avversario Enrico Tiero alle primarie di domani per la scelta del candidato sindaco del centrodestra. «Vinco comunque», dice Calandrini ai suoi. Ma più che un modo per motivare le truppe sembra crederci davvero l’ex presidente del Consiglio comunale, leader provinciale di Fratelli d’Italia, partito “tradito” da Forza Italia lo scorso giugno, quando i consiglieri azzurri decisero di mandare a casa Giovanni Di Giorgi. Calandrini viene proprio da quel partito, ma da Claudio Fazzone e colleghi ha marcato profondamente le distanze. «Non prendo ordini da Fazzone e la cosa più importante che queste primarie stanno dimostrando è che a Latina esiste una classe dirigente del centrodestra capace e autonoma».

QUI TIERO - La sua macchina elettorale è mitologica. Ogni volta che si è candidato a qualcosa, Tiero ha sempre smosso migliaia di votanti. Stavolta è però davanti a una delle sfide più difficili della sua carriera. Un po’ perché non ha un partito dietro a sostenerlo, un po’ perché dall’altra parte ha un candidato che in questa breve campagna elettorale ha schierato niente meno che la leader nazionale Giorgia Meloni. Ma Tiero è determinato e a sentire lui la vittoria è a un passo. «La città ha compreso la portata storica delle primarie, gli elettori hanno capito che il centrodestra vuole autodeterminarsi e domani sceglieranno chi ritengono più adatto a guidare la coalizione». Proprio da questo ultimo concetto, ossia dai componenti dell’alleanza, Tiero marca la differenza maggiore rispetto all’avversario Calandrini: laddove l’esponente di Fratelli d’Italia vede come fumo negli occhi Forza Italia, Tiero offre invece una mano tesa: «Se vinco le primarie la prima cosa che farò è provare ad allargare la coalizione, per ricostruire il centrodestra...»

Tutti i dettagli sulla vigilia al voto nell'edizione di Latina Oggi del 12 marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400