Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




L’autista di Zof non convince
0

L’autista di Zof non convince

San Felice Circeo

Gli investigatori della polizia sono al lavoro per verificare l’attendibilità della dichiarazione resa dal giovane che ha accompagnato a Napoli il 32enne considerato il principale indiziato dell’agguato a colpi di pistola

Gli accertamenti della polizia sull’agguato consumato a colpi di pistola una settimana a San Felice Circeo sono concentrati sul rintraccio di Alessandro Zof, considerato dagli investigatori della Squadra Mobile quale principale sospettato tanto da essere stato iscritto sul registro degli indagati con l’accusa di duplice tentato omicidio aggravato dai futili motivi. Il 32enne del capoluogo infatti sembra svanito nel nulla da quando il 47enne Roberto Guizzon e suo nipote Alessio De Cupis (29 anni), entrambi ancora ricoverati, sono stati feriti con sei colpi di calibro 9 sul lungomare di viale Europa. L’attività dei detective della Questura sono concentrate innanzitutto a verificare l’attendibilità delle dichiarazioni rese dalle persone che hanno visto per ultime il fuggiasco. Come i familiari, che hanno detto alla polizia di non riuscire più a contattare il 32enne da quando ha lasciato Latina all’alba di domenica scorsa. Ma anche e soprattutto l’autista della sua fuga che sostiene dinon sapere dove Zof sia finito.

L'articolo completo su Latina Oggi (14 marzo 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400