Aveva cosparso di liquido infiammabile il locale dove lavorava l'ex moglie, un negozio di cosmetici di via Isonzo a Latina. I fatti erano avvenuti nel settembre del 2010 e l'uomo che era stato arrestato. Oggi è stato processato in Tribunale, alla fine il giudice lo ha condannato alla pena di un anno di reclusione, rispetto a un anno e sei mesi richiesti dal pubblico ministero. L'imputato si era presentato nel locale con una tanica di benzina di cinque litri ma era stato fermato dalla polizia.