Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Omicidio Fondi, Zuena conosceva l'assassino e gli ha aperto la porta di casa
0

Omicidio Fondi, Zuena conosceva l'assassino e gli ha aperto la porta di casa

Fondi

Vincenzo Zuena conosceva il suo assassino. Potrebbe avergli aperto il cancello del condominio, al civico 207 di via Madonna delle Grazie, senza sospetti. Infine l’avrebbe fatto entrare in casa. È una pista investigativa, questa, che nelle ultime ore si è affiancata a quella del furto finito male. La prima ipotesi formulata nelle immediatezze della scoperta del cadavere, quella cioè di un furto sfociato in tragedia, non è stata accantonata del tutto. A questa si è aggiunta la pista di un delitto d’impeto forse al culmine di una lite. Col passare delle ore e gli accertamenti che proseguono a ritmo serrato, gli inquirenti stanno ricostruendo un mosaico investigativo che appare complesso sotto diversi aspetti.

L'efferato omicidio è avvenuto lunedì sera in un appartamento di una palazzina al civico 207 di via Madonna delle Grazie. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e i sanitari dopo la chiamata della moglie dell'uomo che rientrando in casa ha trovato il marito a terra esanime in un lago di sangue. Gli investigatori della Polizia, coordinati dal sostituto procuratore Cristina Pigozzo, ritengono che la vittima abbia aperto la porta di casa nella massima tranquillità, facendo accomodare chi lo ha poi ucciso con diverse coltellate.

(Articolo completo su Latina Oggi del 16 Marzo 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400