Non pensava di finire agli arresti domiciliari. E invece sono stati i carabinieri a notificargli il provvedimento che lo ha portato alla detenzione degli arresti domiciliari. Meglio certamente del carcere, avrà pensato lui, che si è ritrovato con una condanna ormai diventata definitiva per una storia che affonda le radici a dieci anni fa. Non ha versato all’Inps le ritenute previdenziali e quella che lui pensava fosse una piccola leggerezza in realtà era un reato e anche se è stato considerato un piccolo evasore perché la somma non è enorme, alla fine si è ritrovato con una condanna.

(Articolo completo su Latina Oggi del 3 aprile 2016)