Il documento di sfiducia al Presidente della Camera di Commercio, Vincenzo Zottola, non è stato ancora trasmesso alla Regione Lazio. Avrebbe dovuto farlo lo stesso presidente che ieri in un incontro con i dirigenti ha annunciato che la comunicazione formale avverrà questa mattina. Le 24 ore di differenza potrebbero servire a Zottola per convincere almeno due dei firmatari a tornare indietro, ritrattare sui finanziamenti per le attività delle associazioni di categoria. Ossia riaprire sul vero nodo che è alla base della rottura creatasi in via Umberto I, ma ieri, intanto per la prima volta c’è stato un intervento di replica del Presidente, dopo giorni di silenzio nonostante la formalizzazione delle documento di sfiducia e la fronda capeggiata apertamente da Unindustria. A quest’ultima associazione va la stoccata iniziale della nota di Zottola: «Non hanno colpito la mia persona ma la Camera di Commercio di Latina che è da sempre un modello di governance policentrica e collaborativa e rara espressione, sul territorio, di una struttura sempre al servizio dell’economia e degli interessi del sistema imprenditoriale locale

(Articolo completo su Latina Oggi del 7 aprile 2016)