Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Un business imponente
0

Un business imponente

Latina

I 960 chili di hascisc potevano fruttare almeno cinque milioni di euro

Non ci vuole troppa immaginazione per intuire che il deposito della droga scoperto nella periferia di Aprilia alimentasse un business imponente, assolutamente da capogiro rispetto agli affari illeciti che siamo abituati ad attribuire alle organizzazioni criminali nostrane. A conti fatti l’organizzazione che gestisce traffici di questo genere potrebbe avere rinunciato, con il sequestro della squadra mobile di Roma e Latina, a ricavi per almeno cinque milioni di euro. E il volume d’affari sarebbe potuto anche raddoppiare una volta che l’hascisc fosse finita nei mercati locali degli stupefacenti. A questi conti poi vanno aggiunti i guadagni legati allo spaccio della cocaina, per il cui potenziale valore sarà prima necessario stabilire il grado di purezza.
Che l’organizzazione marocchina rifornisse lo spaccio su scala nazionale è stata la droga stessa a rivelarlo. Nel senso che i panetti di “fumo” erano raggruppati in pacchi di pesi diversi sui quali erano riportate lettere e numeri che, secondo i detective, stavano a indicare la destinazione. E sulla base di questo, la polizia ritiene che fossero pronti per essere trasportati in vari capoluoghi di tutta Italia, dai quali sarebbero poi stati smistati alle diverse piazze di spaccio delle rispettive aree di competenza.

Il servizio completo in edicola con Latina Oggi (10 aprile 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400