Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Lite famigliare al pronto soccorso. Un uomo minaccia il cognato con il coltello
0

Minaccia il cognato con un coltello nel pronto soccorso. Arrestato per tentato omicidio

Cisterna

Arrestato per tentato omicidio. E' questa la conseguenza dell'episodio di cronaca avvenuto ieri sera all'interno del pronto soccorso di Cisterna di Latina. Stefano Saba, classe 1966, pluripregiudicato, per il tentato omicidio del cognato F.G. del '54.
LA RICOSTRUZIONE - Il fatto si è verificato, verso le ore 17,00, nei locali del pronto soccorso di Cisterna di Latina dove la vittima si trovava per avervi condotto la moglie, sorella dell’aggressore, che necessitava di cure mediche.
Saba, un’ora prima aveva chiamato la sorella al telefono e l’aveva minacciata affermando: “che li avrebbe aspettati sotto casa” il tutto, come raccontato da alcuni testimoni, per futili motivi di carattere familiare.
Poco dopo il Saba armato di un grosso coltello da cucina, si è recato al pronto soccorso dove si trovavano cognato e sorella. Alla vista dei congiunti l’uomo si è avventato contro il cognato con il chiaro intento di colpirlo ed ucciderlo. Vani i tentativi di far desistere il Saba dal suo intento, che non veniva portato a termine solo grazie all’intervento della nipote che si poneva tra l’aggressore e il padre.
A questo punto Saba, forse anche per la presenza di numerose persone nella sala dell’ospedale, decideva di scappare con la bicicletta con la quale era giunto sul posto. La volante del Commissariato prontamente giunta al pronto soccorso, sentito il racconto dei testimoni si poneva all’inseguimento dell’aggressore che di fatto veniva rintracciato poco dopo sulla sua bici, ancora con il coltello in mano. Gli agenti della Polizia di Stato intervenuti riuscivano ad immobilizzare il Saba, che continuava a minacciare verbalmente di morte il cognato. Bloccato e disarmato del grosso coltello l’uomo è stato condotto in stato di arresto presso la casa Circondariale di Latina. Saba annovera precedenti di polizia per reati in materia di armi, stupefacenti, reati contro il patrimonio e la persona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400