Restano in carcere i quattro marocchini arrestati al termine di un’operazione lampo dagli agenti della Squadra Mobile di Roma e di Latina. E’ quello che ha deciso ieri il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Laura Matilde Campoli al termine dell’audizione che si è svolta in carcere. I quattro stranieri, difesi dagli avvocati Claudio Maria Cardarello, Daniele Giordano e Guglielmo Raso, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere di fronte alle contestazioni del magistrati che ha convalidato l’arresto e ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere sulla scorta degli indizi raccolti dagli investigatori che venerdì pomeriggio avevano fatto irruzione in una villetta di Aprilia in via Due Case. Nella camera da letto e nascosti in un armadio di legno c’era 960 chili di hascisc, di provenienza marocchina a quanto pare e un chilo di droga.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (12 aprile 2016)