Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Operaio muore folgorato
0

Muore folgorato, domani i funerali

Sezze

Sgomento per la scomparsa di Massimo Massetti, il dipendente di Acqualatina vittima di un incidente sul lavoro

Aleggia ancora un’enorme sensazione di tristezza 24 ore dopo la tragica scomparsa di Massimo Massetti, il 50enne operaio di Acqualatina morto per una violenta scarica di corrente elettrica mentre si trovava impegnato in alcuni lavori di ripristino nell’area di Fonte La Penna a Sezze. Ieri, subito dopo l’esame eseguito dal medico legale, la salma è stata trasportata all’obitorio della clinica Città di Aprilia. I funerali, per i quali non è ancora stato fissato l’orario, sono previsti per domani nella chiesa Annunciazione Beata Vergine Maria di Campo Di Carne. Mentre la società Acqualatina, che martedì aveva postato le proprie condoglianze alla famiglia di Massetti sulla pagina Facebook, non ha emesso comunicazioni ufficiali, sull’argomento è intervenuto Roberto Cecere segretario generale della Femca Cisl di Latina, che in una nota ha affermato: «Il tragico incidente su lavoro avvenuto a Sezze, e che è costato la vita a Massimo Massetti dipendente di Acqualatina, ci ha lasciati sconcertati e sgomenti. Non si può morire a 50 anni, lasciando moglie e figli piccoli, soprattutto non si può morire di lavoro che deve essere fonte di prosperità, felicità e crescita, che non può gettare nella disperazione e nel dolore un’intera famiglia, un’intera comunità».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (14 aprile 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400