Nuove accuse per uno degli imputati dell’inchiesta “Don’t touch” arrivano dall’Est Europa. Nel tardo pomeriggio di ieri gli investigatori della Squadra Mobile hanno dato esecuzione al mandato di cattura internazionale emesso dall’autorità giudiziaria romena a carico di Dario Gabrielli, 43enne che fino a ieri si trovava agli arresti domiciliari, e la sua compagna Gianina Gabriela Nicola di 36 anni (estranea alle indagini che avevano coinvolto il marito per l’associazione a delinquere del capoluogo pontino, ndr), finiti rispettivamente dietro le sbarre della casa circondariale di via Aspromonte a Latina, il primo, e di Rebibbia a Roma la seconda, a disposizione dei magistrati italiani che li interrogheranno nei prossimi giorni per rogatoria.
Stando a quanto emerso dalle carte inviate dal Tribunale romeno, la coppia avrebbe consumato alcune truffe lontano dall’Italia.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (15 aprile 2016)