Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Clima rovente in vista delle celebrazioni al Cippo di Campoverde. Minacce sulla pagina Facebook dell'Anpi
0

La destra sconfessa gli estremisti

Aprilia

Gli organizzatori della manifestazione in onore dei caduti del battaglione Barbarigo prendono le distanze dalle offese di Boccacci all’Anpi

Gli organizzatori della manifestazione al cippo di Campoverde per ricordare i caduti del battaglione Barbarigo prendono le distanze dalle parole di Maurizio Boccacci. Dai promotori dell’iniziativa in programma il 25 aprile arriva una condanna netta alle minacce che il leader di Militia ha rivolto su un gruppo facebook all’Anpi, ma anche una ferrea rassicurazione: la cerimonia sarà tranquilla e non ci saranno strascichi o code polemiche. Una risposta indiretta all’associazione partigiani di Aprilia, che da alcuni anni contesta la legittimità costituzionale del raduno (con una contro-protesta dall’altra parte della strada) e che mercoledì scorso, dopo le offese e sui social network, ha scritto al Prefetto di Latina per chiedere l’annullamento della manifestazione. «Sono 19 anni che andiamo lì - spiega Alberto Indri, presidente del campo della Memoria - e non mai è accaduto nulla di spiacevole. Persone come Boccacci non fanno parte del nostro gruppo, non ci rappresentano e parlano a titolo personale».
Ancora più esplicito è Aurelio Pazienti, esponente della destra apriliana che da 50 anni presenzia a Campoverde. «Personalmente non conosco Boccacci, non ci riconosciamo - spiega - nelle sue parole e perciò prendiamo le distanze da queste offese. L’intento è solo quello di commemorare nostri morti, possiamo assicurare che nonostante le provocazioni non succederà niente».
Se da un lato gli organizzatori prendono le distanze da Militia su un punto preciso non arretrano: la commemorazione è legittima e hanno l’intenzione di celebrarla il 25 aprile. Una tradizione che ormai si ripete da oltre cinque decadi.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (15 aprile 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400