Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




La sede dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina
0

Sanità, il Pd replica a Simeone: "Dimentica i danni fatti dalla giunta Polverini"

Il segretario Andrea Giansanti

"L’attacco scomposto alla Regione Lazio sulla sanità da parte di chi rappresenta lo schieramento che ha messo in ginocchio il sistema sanitario della provincia di Latina è paradossale e grottesco, susciterebbe ilarità se non ci fossero tante persone che soffrono a causa delle scelte irresponsabili assunte dal centrodestra negli anni passati". Lo afferma il segretario del Pd Andrea Giansanti in risposta alle polemiche sollevate dal consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone.

"La giunta Polverini in pochi anni ha massacrato la sanità pontina, declassando l’Ospedale Santa Maria Goretti da Dea di secondo livello, ha adottato le macroaree che hanno fatto scempio dei servizi erogati in provincia a favore della sanità romana, ha cancellato il progetto del nuovo ospedale di Latina che era entrato nel piano sanitario regionale con la giunta Marrazzo.
Oggi i prosecutori di quella politica vengono a fare i professori e a dare lezioni, pur essendo gli eredi politici del sistema che ha reso una voragine il deficit della sanità laziale. La giunta Zingaretti non solo sta uscendo da quello stato di dissesto, ma ha messo in campo una serie di investimenti ingenti e concreti: 2,2 milioni di euro per la riqualificazione e l’ampliamento del Dea dell’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, in modo da riconoscere il Dea di II livello, e per la manutenzione straordinaria dell’ex neurologia, un altro milione di euro per il miglioramento di attrezzature e impianti a Terracina, Fondi e Formia. A tutto ciò si aggiungono circa 15 milioni di euro erogati nel biennio 2014-2015 per lavori di ammodernamento, tecnologie e attrezzature, senza contare l’attivazione delle Case della Salute e dell’elisoccorso a Latina 24 ore su 24. Infine già da quest’anno, e per i prossimi tre, prenderà il via la stabilizzazione del personale che riguarderà 500 precari in servizio da più di tre anni, intervento grazie al quale la Asl potrà definire la propria pianta organica e assumere in ragione delle esigenze del servizio. Tra queste assunzioni, particolare rilevanza riveste il decollo della unità operativa di terapia intensiva neonatale, oltre all’espletamento dei concorsi per le Uoc di cardiologia di Latina e di Formia. Numeri e fatti concreti, contro le parole vacue e gli allarmismi spregiudicati di chi rappresenta la continuazione di una politica scriteriata e scellerata in ambito sanitario, che non ha tenuto in alcuna considerazione la sofferenza degli ammalati e le difficoltà dei famigliari chiamati ad assistere i loro cari, nonché il sacrificio costante degli operatori della sanità. Queste persone meritano il massimo rispetto e la più alta considerazione, non vuoti proclami di stampo elettoralistico da parte di chi, quando ha avuto la responsabilità - per fortuna breve - del governo della Regione, ha incrementato le sofferenze".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400