La questione sembrava accantonata dopo l’annullamento della determina che aveva prorogato per tre anni il contratto con la società Rida di Aprilia per il servizio di trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati prodotti nel territorio comunale di Latina, ma al Commissario straordinario Giacomo Barbato non è bastato ridurre ad un anno la durata del rapporto: nei giorni scorsi da Piazza del Popolo è partita all’indirizzo della Regione Lazio una dettagliatissima nota a firma della segreteria generale del Comune, che ricostruisce l’esatto stato dell’arte relativamente ai rapporti tra l’amministrazione e l’azienda di Aprilia che si occupa del trattamento dei rifiuti, ma che soprattutto pone all’attenzione della Regione una serie di quesiti che potrebbero sortire effetti imprevedibili, nonché introdurre imbarazzanti interrogativi sulle modalità di gestione dei rapporti pregressi tra Comune di Latina e Rida Ambiente.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (24 aprile 2016)