Il Comune di Pontinia ha deciso di fare ordine nella toponomastica e di aggiornare i numeri civici, ma in queste settimane è scoppiato il caos. L'ente ha infatti chiesto un contributo di tredici euro per ogni nuovo numero civico, ma alla fine, forse per mero errore materiale, i bollettini sono stati recapitati a più elementi di uno stesso nucleo familiare, bambini compresi. Problemi anche per quanto riguarda i condomini, dove, pur essendoci un solo numero civico, la spesa non è stata divisa per tutti gli appartamenti, bensì richiesta a ciascun nucleo familiare. La situazione, oltre a generare caos, ha suscitato anche un vespaio di polemiche.