A scorrere l’elenco delle costruzioni abusive per cui l’iter giudiziario ha fatto il suo corso e che sono state raggiunte da un provvedimento di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi, ci si perde in una mappa che copre l’intero territorio comunale, con maggiore incidenza nelle periferie. Da Campo Soriano alla Provinciale Badino, da La Fiora a Barchi, quello del mattone selvaggio è un fenomeno ben radicato sul territorio. Opere abusive di vario genere, disseminate qua e là nel tessuto urbano, scovate negli anni e per cui sono stati emessi provvedimenti di demolizione senza che poi questi ultimi siano stati effettivamente ottemperati. Oggi il commissario prefettizio Erminia Ocello, con i poteri della giunta comunale, prova a mettere ordine nel marasma del mattone selvaggio e approva l’elenco degli immobili che faranno parte del “piano di consistenza e demolizione”.

L'articolo completo in edicola con Latina oggi (28 aprile 2016)