"Mi devi quei soldi" poi impugna un'ascia e sfascia tutto. I carabinieri di Priverno hanno identificato e deferito, in stato di libertà, per i reati di “esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose, minaccia, danneggiamento e porto di armi od oggetti atti ad offendere”, un 43enne residente a Sonnino.
L’uomo, nella mattinata del 29 aprile, si recava presso un’officina meccanica di Roccasecca dei Volsci  e, avuta la certezza della presenza del proprietario, nei cui confronti vantava un credito di euro 250 circa, minacciava la sua incolumità fisica, danneggiando con un'ascia vari arredi ed un'autovettura presente nell'officina.