Nelle prime ore di questa mattina, a Roma Casilina, è stato ritrovato un cadavere lungo i binari del treno, in prossimità della direttrice che collega la Capitale a tutta l'area a sud della stessa.

Tra Termini e Casilina, dunque, è stato bloccato il traffico ferroviario, con evidenti e inevitabili disagi per le migliaia di pendolari che si stavano per mettere in viaggio dal litorale, dai Castelli, da Latina, dall'agro pontino e dal Golfo: circa 13, infatti, sono stati i treni soppressi sulle varie tratte fin dopo le sette del mattino.

Difficoltà, dunque, sulla Roma-Formia, sulla Roma-Nettuno e sulla Roma-Velletri.

Stando alle comunicazioni delle Ferrovie, la circolazione è stata riaperta intorno alle 7.10, ma i disagi si sono protratti anche oltre.