Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Elezioni comunali

Si avvicina l'appuntamento con le elezioni comunali

0

Sugli scrutatori è di nuovo polemica

Latina

Torna il dilemma tra estrazione e nomina diretta. Savastano: scegliere tra i giovani disoccupati. Pd: solo sorteggio

Il dilemma è sempre quello: sorteggiare o nominare a chiamata diretta. Per il referendum del mese scorso ci furono polemiche infuocate. Ora si attende la nuova riunione della commissione che dovrà stabilire in che modo effettuare l’indicazione degli scrutatori per le elezioni comunali del 5 giugno. Un passaggio quantomai delicato.
Un mese fa si scatenò il dibattito su sorteggio o indicazione diretta, col Pd che finì nella bufera in quanto il partito indicava il sorteggio, mentre il rappresentante in commissione procedeva alla nomina diretta. Stavolta non dovrebbe accadere perché Aristide Carnevale dovrebbe optare per il sorteggio. Il condizionale è d’obbligo perché in politica non si può mai sapere. Chi invece già interviene per chiedere che un occhio di riguardo sia messo per coloro che sono più in difficoltà è il candidato sindaco di Casapound Marco Savastano. «E’ bene che si peschi tra i disoccupati e tra i precari, sarebbe un primo segnale della città intera verso i suoi figli in difficoltà».
I candidati del Pd Porcari, Zuliani, Mattioli, Sarubbo, Fioravante e De Amicis intervengono a loro volta dicendo: «E' impensabile che per esercitare il ruolo di scrutatore nelle consultazioni elettorali, i cittadini debbano avere un amico consigliere comunale. Il Pd ha più volte ribadito la sua posizione ufficiale, vale a dire il rifiuto categorico di ogni logica clientelare. Nella scorsa consiliatura, più volte, il gruppo del Pd ha espresso la contrarietà alla nomina diretta presentando anche un odg che prevedeva il sorteggio come unica modalità. In questa tornata elettorale, proprio perché riguarda delle amministrative riteniamo che sia immorale la nomina diretta degli scrutatori. In questo quadro qualsiasi posizione diversa da questa risulta essere autonoma». Condivide anche Alessandro Cozzolino che aggiunge: «Avevamo fatto una mozione che prevedeva il sorteggio ma che fosse vero concreto, perché di solito il sorteggio crea il 70% di assenze e poi ai seggi vanno i supplenti nominati a chiamata diretta. Pertanto va aggiornato l’albo. Sarà una delle prime cose che faremo dopo la vittoria».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (10 maggio 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400