Il fallimentarista Arnaldo Flaconi lascia improvvisamente l’incarico di consulente della Latina Ambiente spa per l’esecuzione del piano di concordato preventivo che lui stesso ha redatto e presentato al fine di evitare la dichiarazione di fallimento della partecipata del Comune per i rifiuti. Fallimento che è stato chiesto dalla Procura di Latina il 25 marzo scorso sulla base della relazione del commissario straordinario Giacomo Barbato, che rappresenta il socio di maggioranza e che aveva definito la spa «non più solvibile». Adesso il rischio crac non è scongiurato del tutto. Il Tribunale scioglierà la riserva domani. L’ombra di un altro pasticcio.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (18 maggio 2016)