Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




alessandro calvi
0

Calvi: «Il commissario e un dirigente hanno messo in ginocchio l’urbanistica e le entrate economiche del Comune»

Latina

 Ieri al Victoria Palace i 32 candidati della lista di Forza Italia. Le strategie in vista delle elezioni del 5 giugno

In un Victoria Palace che ha visto giorni migliori in quanto a sale strapiene, ieri Giuseppe Di Rubbo, Giuseppe Simeone e Alessandro Calvi, il candidato sindaco, hanno presentato i 32 candidati al Consiglio comunale della lista regina della coalizione, Forza Italia. Un gruppo di esperti ex consiglieri e di volti nuovi che vanno a caccia di una vittoria che appare sempre più complicata, nonostante l’incrollabile ottimismo dell’aspirante sindaco.
Tocca a Giuseppe Di Rubbo presentare i trentadue moschettieri che cercheranno di raccogliere voti dal centro ai borghi per strappare il biglietto del secondo turno. Il capolista è Ivano Di Matteo, eterno figliol prodigo, premiato perché, lo dice Di Rubbo, «nonostante qualche screzio è sempre e comunque rimasto nell’alveo del nostro partito fin dalla sua fondazione nel 1994». Tra gli altri candidati, Di Rubbo spende qualche parola in più per Enzo Malvaso, «additato per le note questioni ma che sono certo gli elettori premieranno ancora una volta facendo di lui uno dei più votati». Di Rubbo ha poi fatto notare come «questa è la prima volta che Forza Italia ha un proprio candidato sindaco. Abbiamo sempre portato i consensi agli altri, finendo per essere penalizzati, finendo per subire le loro decisioni e le loro scelte. Abbiamo la grande occasione per cambiare e non possiamo farcela sfuggire».
Una volta passati in rassegna i 32, tocca ad Alessandro Calvi arringare i suoi e caricarli al meglio in vista del rush finale della campagna elettorale.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (20 maggio 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400